Trovare lavoro a Londra, 10 regole da seguire (II parte)

Dopo avervi fornito le prime importatissime dritte su come trovare lavoro a Londra, ora passiamo alla seconda parte dei nostri suggerimenti utili a chi vuole trasferirsi nella capitale inglese e cambiare vita. Curriculum vitae, agenzie di intermediazione e problemi con la lingua sono stati i primi argomenti trattati nello scorso articolo, vediamo adesso invece come organizzarsi al meglio per iniziare la propria carriera a Londra.

4 . Centri per l’impiego: ormai dilagati anche in Italia, questi centri offrono la possibilità di trovare lavoro interinale secondo le proprie esigenze e capacità. A Londra ne esistono sia governative che private, entrambe molto valide. Per quanto riguarda i centri di impiego governativi, abbiamo i Job Centre, una sorta di Informagiovani gratuiti che consentono di trovare lavoro e di consigliare il candidato verso un potenziale inizio di carriera. Questi Job Centre sono del tutto gratuiti e sono dislocati in diversi punti della città, ma per ottimizzare i tempi vi consigliamo di contattarli per via telematica anche prima di arrivare in città, magari inviando il proprio cv redatto in lingua inglese. Fra i Job Centre più famosi abbiamo Careerxpress.com, efficiente ma non gratuito, oppure Bluearrow.co.uk, Eurolondon.com, ecc. inoltre esistono anche dei Job Centre che si occupano solo di trovare lavoro in specifici settori come Cdrs.com, specializzata nel settore dell’edilizia, e Sportsweb.com, specializzato nel trovare lavoro nel settore fitness e sport. Per quanto riguarda le agenzie private, anche qui potrete trovarne sia gratuite che a pagamento. Le più efficienti sono quelle che fanno capo ai grandi gruppi internazionali coma la Man Power e la Adecco, tutte rintracciabili direttamente dai siti web ufficiali.


5 . Giornali di annunci: il classico metodo di cercare lavoro attraverso gli annunci dei giornali non è affatto passato di moda neanche a Londra. Alcuni giornali escono una o due volte a settimana e sono gratuiti, mentre altri sono raggiungibili direttamente sul sito web ufficiale in modo dal consultare gli annunci senza spendere nemmeno un pound: fra questi sicuramente va segnalato Loot.com e Gumtree.com. Altri giornali validi sono The Evening Standard e Job News. Su molte testate si può, inoltre, anche trovare casa, camere in affitto ed altre soluzioni immobiliari a breve tempo.

6 . Colloquio di lavoro: quando dopo una lunga ricerca finalmente sarete riusciti a trovare il lavoro giusto rispetto alle vostre esigenze vi toccherà il affrontare il colloquio. Le regole sono più o meno le stesse che per qualunque altro colloquio di lavoro, quindi nervi saldi, abbigliamento consono, cv e lettera di presentazione. Presentarsi con documenti e cv già pronti da far visionare all’intervistatore è il primo passo per apparire sicuri di sé stessi e quindi fare bella impressione. Portate con voi tutto il necessario e non fatevi trovare impreparati sulle classiche e potenziali domande dei colloqui. Se non conoscete bene l’inglese, cercate di organizzarvi un discorso tipo da poter proferire con scioltezza, in modo tale da non risultare troppo impacciati, se riuscite, cercate anche di formulare qualche domanda da fare voi a vostra volta all’intervistatore, in modo tale da interagire con l’altro, mostrare interesse per il lavoro e per l’azienda. Solitamente il colloquio di lavoro, a seconda dell’importanza dell’azienda, si struttura in più selezioni, di volta in volta da realizzare con un dipendente di grado più alto all’interno dell’impresa.


7 . Alloggio: naturalmente, nell’attesa di trovare lavoro, non potrete restare a Londra senza un alloggio. La soluzione ideale è sempre quella di poter contare su di un certo budget, in modo tale da far fronte a tutte le spese che si presenteranno. All’inizio, se non avete già trovato casa attraverso il web, vi consigliamo di soggiornare in ostello, la soluzione più economica per restare a Londra, magari usufruendo di un semplice posto letto in camerata che costa pochi euro a notte. Intanto, cercate di trovare casa: se disponete di un budget alto o non avete particolari problemi economici, allora puntate su di un residence oppure su di un monolocale o simili, soluzioni immobiliari che vi permettano di esprimere al meglio le vostre esigenze. Se invece siete in ristrettezze, cercate una camera in affitto in appartamento con altre persone. Ricordate che non necessariamente la vostra casa/stanza dovrà essere posizionata al centro di Londra, più costoso e più caotico, ma andrà benissimo anche qualche quartiere più tranquillo e periferico purché servito dall’efficientissima metropolitana della città (ottima a questo proposito trovare casa nei pressi della Circle Line).

Seguiteci nell’ultima parte del nostro articolo su come trovare lavoro a Londra!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.