Londra sul grande schermo

Che Londra sia una città da cartolina è una cosa evidente, e quindi, proprio grazie a questa sua peculiarità, la capitale inglese è molto spesso protagonista di pellicole cinematografiche. Dai gloriosi anni in cui Londra era centro fervente di produzione cinematografica di lato livello, fino ad arrivare ad oggi, dove la sovranità americana di Hollywood attira a sé la maggior parte di registi ed attori inglesi che trascorre molto più tempo negli States che in madre patria per lavoro.

Sorvolando sugli aspetti più “tecnici” del cinema inglese, oggi vogliamo parlarvi di Londra come attrice, protagonista indiscussa di una serie di film anche molto famosi, alcuni dei quali hanno fatto la storia del cinema.


Cominciamo subito con qualcosa di recente come il romantico ed indimenticabile Notting Hill, interpretato da Hugh Grant e Julia Roberts, ed ambientato nell’omonimo quartiere della City: qui la famosa casa col portone azzurro esiste davvero e, subito dopo il film, fu venduta ad un prezzo decisamente stratosferico (più del solito per Londra, il che è tutto dire…). Anche al librerai di viaggi esiste per davvero e la si può trovare al numero 13 di Blenheim Crescent.

I più piccoli, invece, certamente collegano Londra alle magiche avvenute di Harry Potter e della sua saga cinematografica: da Diagon Halley dove un piccolissimo Daniel Radcliffe arriva per acquistare tutto l’occorrente per la scuola di magia, fino ad arrivare alla stazione di King’s Cross e al famoso binario 9 e 3/4 dove i fans del maghetto hanno praticamente costretto l’amministrazione ferroviaria ad inserire la targhetta corrisponde all’inesistente binario, che alla fine è stato corredato con tanto di carrello semi incastrato nel muro.

Notting Hill

Oltre Harry Potter, una vasta epopea di film e cartoon per bambini è stata ambientata Londra, dalla Carica dei 101 a Lilli e il Vagabondo passando per l’indimenticabile Mary Poppins.


E come non annoverare fra gli annali del romanticismo il bacio appassionato sotto la pioggia di Andy MacDowell e Hugh Grant in Quattro matrimoni e un funerale? Oppure il film Il diario di Bridget Jones, dove alcune scene sono state girate nel Borough Market, uno dei mercati di frutta e verdura preferito dai Londinesi e che si trova al sud del Tamigi.

Poi ci sono le pellicole in costume, quelle che raccontano di una Londra passata, come Shakespeare in Love, film assolutamente da vedere e che racconta dell’amore impossibile fra il grande scrittore, una donna e il teatro. E poi c’è l’ennesimo film dedicato a Jack lo Squartatore, il serial killer più famoso della storia inglese che terrorizzò le strade di Londra e del quale ancora non si conosce la vera identità: tutto questo lo si racconta ne La vera storia di Jack lo Squartatore, film del 2011 interpretato da Johnny Depp.

Ci sono poi le pellicole come Il Codice da Vinci, tratto dall’omonimo, famosissimo libro ed interpretato da Tom Hanks che ha portato un velo misterioso su di una delle chiese probabilmente più belle e meno famose di Londra, Temple Church, perennemente chiusa e dalla storia assolutamente da scoprire legata ai Templari (e non solo). Fra i film recentemente girati nella City abbiamo The Queen – La regina e Casino Royale, entrambi del 2006 e tutti e due vincitori del premio Oscar.

Insomma, i luoghi e i posti prestati al cinema dalla bella città inglese non si contano, ma allo stesso modo ancora manca, probabilmente, una pellicola che sia una vera dichiarazione d’amore per Londra, un po’ come il film Manhattan di Woody Allen lo è stato per New York City e come Paris, mon amour lo è stato per la capitale francese. Chissà, magari in un futuro non troppo lontano anche Londra avrà il suo film dove non sarà più soltanto una comparsa o uno scenario sullo sfondo, ma sarà la vera, unica ed assoluta protagonista.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.