Paralimpiadi a Londra dal 29 agosto al 9 settembre 2012

Oltre alle classiche Olimpiadi di greca memoria e riproposte oggi con tutti i fasti e le attenzioni mediatiche possibili, vi sono anche le cosiddette Paralimpiadi, che si terranno sempre a Londra dal 29 agosto a 9 settembre 2012.


Le Paralimpiadi permettono ad atleti con disabilità fisiche di gareggiare in diverse discipline con sportivi affetti dalle medesime patologie, seguendo, però, regolamenti specifici studiati ad hoc. Quest’anno, e per la prima volta in assoluto, Londra ospiterà le Paralimpiadi dove gareggeranno ben 4200 atleti che si sfideranno in 20 discipline differenti: Tiro con l’arco, Atletica, Boccia, Ciclismo, Equitazione, Calcio a 5, Calcio a 7, Goalball (pallarete per non – vedenti ed ipovedenti), Judo, Powerlifting, Canottaggio, Vela, Pistola, Nuoto, Tennistavolo, Sitting Volleyball (pallavolo da seduto), Pallacanestro in carrozzina, Scherma in carrozzina, Rugby in carrozzina, Tennis in carrozzina.

In gara, inoltre, vi saranno 174 nazioni: 47 africane, 28 americane, 42 asiatiche, 49 europee e 8 oceaniche, ma alcune, come ad esempio San Marino, sono alla loro prima apparizione all’interno delle Paralimpiadi.


Un po’ di storia

Sebbene le Olimpiadi derivino dall’Antica Grecia, le Paralimpiadi sono decisamente più recenti in termini di istituzione. Era, infatti, l’estate del 1948, quando Ludwig Guttmann, medico di origine inglese organizzò, in collaborazione con l’ospedale di Stoke Mandeville, uno speciale evento sportivo dedicato ai veterani della seconda guerra mondiale con danni alla colonna vertebrale. L’iniziativa, battezzata con il nome di “Giochi di Stoke Mandeville”, ebbe grande riscontro e dopo soli 12 anni, nel 1960, Roma ospitò la prima Paralimpiade pensata proprio per permettere agli atleti con disabilità fisiche di gareggiare a livello agonistico.

Più recente, invece, è la decisione sancita dal Comitato Paralimpico Internazionale che permette anche ad atleti con disabilità intellettiva di partecipare a determinate discipline in qualità di sportivi. Tale concessione fu avallata nel 2008.

E mentre Londra si gode i suoi ultimi giorni da regina dello sport, all’esterno del London City Hall già attende svolazzante la bandiera della Paralimpiadi accanto a quella delle Olimpiadi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.